8 risposte

  1. Michela
    5 aprile 2011

    La dieta del sondino è troppo drastica ed invasiva, la ritengo inopportuna anche nei casi di grave obesità, sicuramente l’alternativa degli aminoacidi è molto più salutare e rispetto alla dieta del sondino meno drastica e più salutare…(io con gli aminoacidi l’ho provata e…FUNZIONA)

    Rispondi

  2. Alessia
    11 aprile 2011

    Mia sorella ha fatto da poco la dieta del sondino (diet tube) e devo dire che si è trovata bene, certo dipende dai casi, bisognerebbe sempre consultare un medico prima.

    Rispondi

    • dietaenutrizione
      12 aprile 2011

      Si certo, è sempre importante consultare un medico, poichè si deve verificare anche l’accettabilità da parte del paziente di questo tipo di trattamento. Ho conosciuto persone che dopo due giorni con il sondino non hanno resistito e l’hanno voluto togliere. E’ altrettanto importante possedere degli strumenti di educazione alimentare per mantenere il peso raggiunto e non riprendere i chili persi.

      Rispondi

  3. Giorgia Rizzo
    23 maggio 2011

    Ma devi essere maggiorenne per usufruirne? rispondete presto 🙂

    Rispondi

    • dietaenutrizione
      23 maggio 2011
  4. raffaele pelo
    24 maggio 2011

    Concordo con Lei che la dieta con sondino va fatta solo in pazienti con un grado di obesità elevato nella mia esperienza ritengo da un Bmi superiore a 35 in poi e con buona condizione fisica ed alto grado motivazionale .SE il paziente viene seguito successivamente con un counselling nutrizionale e psicoterapico i risultati del sondino Le garantisco che sono miracolosi. Nella ns casistica in vari centri di nutrizione enterale (no a roma) abbiamo avuto dati superiori a tante altre tecniche per il trattamento dell’obesità e anche alla chirugia bariatrica . Il motivo per cui le scrivo è il seguente : Ho letto della dieta con amminoacidi chelati con basso apporto di scoria azotata qual’e’ il dosaggio ? seconda domanda durante la vostra dieta con frutta e verdura si mangiano anche anche carboidrati ? terza domanda veramente siete sicuri che non si perde anche massa magra, visto che accendete una lieve chetogenesi e durante le ore di riposo il metabolismo continua a richiedere apporto di proteine (non disponibili perchè si dorme) dove si vanno le proteine ? . Ritengo che la vostra sia una buona dieta ma non per l’obesità grave . 2-4 KG in 8-10 giorni in pazienti di 120-140 kg come se ne trovano di questi tempi ,è poco proponibile in termini temporali per raggiungere almeno uno stato di solo sovrappeso. Come mi insegnerà l’approccio deve essere mutidisciplinare perchè la difficoltà non è nel perdere peso ma mantenerlo.

    Rispondi

    • dietaenutrizione
      24 maggio 2011

      Salve Raffaele, grazie del feedback.
      Per quanto riguarda le dosi, se mi contatta privatamente glielo posso dire. I carboidrati presenti sono solamente quelli della frutta. La chetogenesi è un pò presente ma del tutto lieve, così come è presente in qualsiasi percorso di dimagrimento. Un minimo di massa magra in kg di perde sempre, l’importante è non perderla in percentuale, questo si valuta con l’esame della bioimpedenziometria. Sono d’accordissimo con lei che l’appoccio multidisciplinare sia il migliore. Inoltre penso che non bisognerebbe mai arrivare a fare questo tipo di diete, poichè l’alimentazione equilibrata e consapevole, con un minimo di attività fisica sia la principale terapia. L’educazione alimentare è la cosa più importante.

      Rispondi

      • raffaele pelo
        1 giugno 2011

        La ringrazio per la sua gradita risposta , la contatterò per uno scambio di opinioni e magari ne può derivare un rapporto di collaborazione così come in questi mesi si è verificato con molti colleghi .cordiali saluti .

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
dispositivo portatile pc desktop